Italian news


News by Donnamoderna.com Beauty



    Contro la cellulite ci vuole (anche) una buona crema - Ven, 29 Set 2017 10:30:00 +0200
    Bellezza
    Prima la riconosci meglio è, così sai come affrontarla: perché ogni cellulite ha il suo trattamento




    Come fare la piega in 5 minuti? Scegliendo il prodotto giusto per il tuo styling - Gio, 28 Set 2017 13:02:00 +0200
    Bellezza
    Se scegli il prodotto giusto, accorci i tempi della tua messa in piega. Ogni taglio e capello ha il suo




    È vero che la permanente rovina i capelli? - Mer, 27 Set 2017 11:40:00 +0200
    Bellezza
    Permanente o non permanente? Questo è il dilemma. Sogni da sempre folti capelli mossi che incorniciano il tuo volto o addirittura ricci, ma non hai il coraggio di attuare un cambiamento estremo? Come mai la permanente fa paura a tutte? Scopriamo da dove nasce il timore di realizzarla e i motivi per cui, invece, dovresti proprio farla!La nascita della permanenteNel lontano 1906 venne per la prima volta messa in pratica dal parrucchiere tedesco Karl Ludwig Nessler, a cui è stata attribuita la scoperta. Si trattava di un trattamento chimico del capello con una sostanza alcalina che rendeva l'onda creata da un bigodino, appunto, permanente.Il tutto apportava dei danni non indifferenti alla struttura del capello che presentava una disidratazione e una secchezza maggiore rispetto a prima, se il trattamento veniva poi ripetuto nel tempo.La permanente oggi: come si fa e perché non ci dovrebbe fare pauraAttualmente esistono delle modalità nella realizzazione della permanente che permettono di non apportare danni imponenti alla propria chioma.Si veda, per esempio, la permanente leggera, un trattamento di sostegno che risulta meno invadente perché non prevede l'utilizzo di ammoniaca. Questo lo rende applicabile anche ai capelli fini, solitamente non adatti alla permanente classica in quanto rischiava di spezzarli o addirittura "bruciarli" chimicamente.La permanente, a discapito di chi ancora pensa il contrario, a volte può rivelarsi un'azione intelligente e positiva per il capello che ne trarrà beneficio soprattutto se molto liscio e stressato quotidianamente con phon e ferri per la ricerca di volume e movimento. Così facendo potrai evitare la messa in piega continuativa e noterai sicuramente dei benefici in tal senso.La permanente leggera dei giorni nostri, inoltre, dura dai 3 ai 5 mesi, ma varia. Se sarai costante nella cura dei capelli, nutrendoli e ristrutturandoli con maschere e prodotti appositi, noterai un risultato più duraturo.Infine, da non sottovalutare è l'aspetto psicologico che un cambiamento permanente può regalare: se ti sei a lungo sentita "mediocre" o dall'aspetto poco protagonista a causa della conformazione troppo liscia e "piatta" della tua chioma, vederti ogni giorno allo specchio con del volume acquisito non potrà altro che apportare benefici anche al tuo spirito. Per non parlare del rilevante tempo risparmiato e di conseguenza dalla diminuzione dello stress quotidiano!




    In autunno cadono i capelli (oltre alle foglie)? - Sab, 09 Set 2017 13:48:00 +0200
    Bellezza
    "È proprio vero che in autunno cadono i capelli", spiega la dermatologa Magda Belmontesi. "Questo fenomeno aumenta nelle stagioni intermedie per un motivo abbastanza curioso, il ricordo genetico di una caratteristica tipica dei mammiferi: la muta del pelo".Fra settembre e novembre e più avanti, verso marzo, alcuni ormoni, influenzati dalle ore di luce, attivano un processo che porta a un aumento del numero di capelli in fase di caduta. Inoltre, dopo l'estate, i bulbi sono più indeboliti a causa dello stress provocato dall'esposizione ai raggi solari.Si tratta, perciò di un fenomeno fisiologico, che non deve preoccupare se non dura più di 4-6 settimane.Gli integratori Gli integratori possono venire in nostro soccorso perché contengono vitamine, oligoelementi (come zinco e rame), e sostanze quali cisteina e metionina che rafforzano la struttura del capello e migliorano le condizioni dei bulbi. Vanno presi per almeno due mesi. Ma prima di assumerli è sempre opportuno chiedere il parere del proprio medico, soprattutto se si soffre di problemi gastrici.I massaggiIl massaggio aiuta perché riattiva la microcircolazione e migliora l'afflusso di sangue nel cuoio capelluto, quindi aumenta il nutrimento che arriva ai follicoli: si esegue con le dita aperte a rastrello, dalla nuca verso la sommità del capo, muovendo i polpastrelli in modo circolare senza strofinare, però le radici ed esercitando una lieve pressione.Le maschere Sono utilissime soprattutto se i fusti hanno bisogno di essere ristrutturati: in genere contengono proteine, vitamine e sostanze che eliminano l'elettricità statica.Niente coloreNel periodo di maggior fragilità è meglio procedere solamente con trattamenti rinforzanti, a meno che il colore non si limiti a un ritocco della ricrescita o a un riflessante leggero.Il taglioIn realtà il taglio non rinforza i capelli ma è in grado di donare volume alla testa perché elimina le estremità più sottili e sfibrate, oppure le doppie punte.Il phonRicordati di non usare il phon con un calore eccessivo diretto perché può rovinare la struttura dei capelli già stressati (puoi invece utilizzare un diffusore), anche se non è certamente questo che li fa cadere. Infine, dopo il lavaggio, tampona delicatamente la testa con una salvietta e poi fai asciugare all'aria aperta i capelli. Un ultimo consiglio: anche piastre e arricciacapelli sono da evitare il più possibile in questo periodo. 




    Kiehl's a favore dell'autismo - Mar, 05 Set 2017 15:19:00 +0200
    Bellezza
    Condividi il video di Matthew McConaughey: aiuterai concretamente le persone affette da autismo. Un dollaro per ogni condivisione. Grazie a Kiehl's




    Capelli: taglio e colore antietà - Ven, 25 Ago 2017 14:43:00 +0200
    Bellezza
    Ringiovanire con un cambio look? Si può! Grazie al giusto taglio e colore di capelli




    A scuola di ceretta con i consigli dell'esperto - Ven, 04 Ago 2017 11:38:00 +0200
    Bellezza
    Cosa fare prima della cerettaIl cosmetico giusto, se vuoi che il risultato duri circa 30 giorni, è la cera. Rabbrividisci alla sola idea? Segui i nostri consigli e scoprirai che è meno fastidiosa di quanto pensi.Tanto per cominciare, prima di depilarti, guarda il calendario. «Durante il mestruo l'attività del bulbo pilifero è rallentata. E, se si fa la ceretta, i risultati sono più duraturi - spiega il dermatologo Antonino Di Pietro - Il periodo che precede il flusso, invece, è il meno indicato, perché è quello in cui si è più sensibili al dolore e lo strappo fa più male».Per una depilazione a regola d'arte, poi, qualche giorno prima applica un esfoliante leggero: se la pelle è perfettamente pulita e liscia, infatti, la cera aderisce meglio e, in più, strappa anche eventuali peli sottopelle. Se vuoi depilarti dopo il bagno o la doccia, ricordati che la cute deve essere completamente asciutta. Cospargila con un velo di talco: così la cera si attacca ai peli, non all'epidermide. E lo strappo è meno aggressivo.Depilazione gambePer depilare le gambe preferisci la cera calda o tiepida, da stendere con l'apposito applicatore.Prepara la pelle facendo un bagno caldo subito prima di usare la ceretta: dilata i pori e rende meno fastidioso lo strappo.Con un guanto di crine, massaggia le gambe nel senso contrario alla crescita dei peli, per farli uscire dalla pelle. Poi, disinfetta la zona con un prodotto analcolico.Applica la cera su una piccola zona di pelle. Appoggia l'apposita striscia di carta, appiattendola bene, seguendo la direzione dei peli. Parti dall'alto e ricorda di lasciare il margine in basso della striscia libero, per poterlo sollevare tra le dita.Strappa contropelo con decisione.Cerca di non sollevare troppo la striscia in verticale, altrimenti rischi di spezzare i peli più lunghi e di sentire molto male. Se ripeti l'operazione, non riutilizzare la stessa striscia: fa poca presa.Depilazione inguinePer la zona dell'inguine, usa la cera tiepida o le strisce di cera fredda, molto comode in questa zona.Disinfetta la pelle. «La zona bikini è molto sensibile e sottoposta allo sfregamento degli indumenti - dice il dermatologo - Per evitare che dopo la depilazione si formino dei brufoletti bisogna passare un prodotto non alcolico, così da eliminare i batteri che potrebbero infettare il follicolo».Accorcia i peli più lunghi, altrimenti rischi che la ceretta li spezzi anziché eliminarli alla radice. Vanno tagliati a mezzo centimetro circa di lunghezza.Per uno strappo indolore, appoggia sulla zona un sacchetto con dentro del ghiaccio. Poi, asciuga la pelle prima di stendere la cera.Posiziona la striscia in diagonale, perché di solito i peli crescono in questa direzione. Per limitare il fastidio, al momento dello strappo tendi la pelle verso il basso.Il consiglio in piùUna ceretta frettolosa ha irritato troppo la pelle? Per decongestionarla, di sera fai un impacco con una garza sterile intinta in mezzo bicchiere di acqua distillata dove avrai sciolto due aspirine e un po' di glicerina pura. Placa l'irritazione e toglie il rossore.Depilazione baffettiPer togliere i baffetti usa una ceretta a freddo, con le piccole strisce già pronte all'uso.Le strisce, si sa, fanno più presa sulla pelle ben pulita. «Ma se si sgrassa troppo, con lo strappo la cute può irritarsi molto - avverte il dermatologo - Meglio ammorbidire la zona, prima di depilarsi, con un batuffolo di cotone imbevuto di latte detergente».Sopra le labbra, i peletti crescono in più direzioni: perché la ceretta sia efficace, ti conviene suddividere le zone da depilare. Osserva con uno specchio che ingrandisce da che parte vanno. Per esempio, puoi distinguere due zone laterali agli angoli della bocca e una centrale, sopra il labbro.Posiziona prima le strisce in diagonale. Puoi aiutarti a tendere la pelle premendo con la lingua. Procedi allo stesso modo per la zona centrale, che è la più delicata. Qui lo strappo deve essere dal basso verso l'alto.Cosa fare dopo la cerettaPer eliminare i residui di cera, usa dell'olio di mandorle dolci.«La maggior parte delle cerette sono liposolubili, ossia si sciolgono con i grassi. Basta un batuffolo di cotone imbevuto di olio. Così si evitano inutili sfregamenti - afferma il dermatologo Di Pietro - In più, ammorbidisce e idrata».Perché la depilazione duri più a lungo, puoi utilizzare le creme che ritardano la ricrescita dei peli. Sono a base di sostanze vegetali, per esempio la soia o la papaina, estratta da un frutto tropicale, che "sciolgono" alcune proteine del bulbo pilifero, rallentando la sua attività. Metti la crema subito dopo la depilazione e nei tre o quattro giorni successivi.Ricorda che, dopo la ceretta, vanno evitati deodoranti e profumi alcolici per un tempo sufficientemente lungo a ristabilire il pH della cute, e cioè mezza giornata. Se vuoi rinfrescare la pelle, spruzza dell'acqua termale.Non esporti al sole subito dopo aver fatto la ceretta. La pelle è ancora provata e rischi di scottarti. Oppure, di ritrovarti con un'abbronzatura a strisce. Se non puoi evitarlo, metti una crema solare ad alta protezione.Se ti è rimasto un pelo sottopelle, sterilizza una pinzetta sulla fiamma o immergila in alcol per 30 minuti. Con delicatezza, estrailo. «Per evitare il problema la volta successiva, è utile, i giorni seguenti la depilazione, applicare una crema con sostanze leggermente esfolianti, a base di alfaidrossiacidi» consiglia il dermatologo.Infine, se compaiono brufoletti, metti subito dopo la depilazione della crema antibiotica a base di gentamicina o clindamicina, da chiedere al farmacista.




    Con Donna Moderna, la tua beauty experience dura un mese! - Mar, 01 Ago 2017 09:21:00 +0200
    Bellezza
    Con l’arrivo dell’autunno, l’aria si riempie di colori e di profumi: quello sensuale dell’orchidea e quello goloso del miele, quello fresco del tè e quello dolce delle mandorle. Sono proprio queste le fragranze che caratterizzano i fantastici prodotti che, per 4 settimane di fila, Donna Moderna ti propone per affrontare al meglio il cambio di stagione.Dal 30 agosto: Tesori d'Oriente doccia Crema in due profumazioni (Orchidea della Cina e Byzanthium)Dal 6 settembre: Specchiasol - crema corpo Mandorle DolciDal 13 settembre: Biopoit - scruballo zucchero di canna e al Sale MarinoDal 20 settembre: Equilibra - shampoo protettivo ArganDai detergenti cocoon per la doccia alla crema bio per il corpo, dagli esfolianti soft agli shampoo shining per i capelli, i cosmetici che abbiamo scelto per te non sono solo utili ed efficaci ma anche ecologici.Come i Doccia Crema firmati Tesori d’Oriente in edicola dal 30 agosto con il magazine di Donna Moderna. Due le profumazioni tra cui scegliere: Byzantium, dall’esotico sentore di rosa e labdano (una resina aromatica dal sentore ambrato, usato fin dall’antichità per creare unguenti per la pelle e profumi), e Orchidea della Cina, dall’aroma sensuale e afrodisiaco.Per il secondo appuntamento della nostra operazione bellezza, il focus si sposta sul corpo che, alla fine dell’estate, necessita di idratazione e nutrimento per prolungare l’abbronzatura e apparire al meglio! Dal 6 settembre, quindi, puoi trovare con Donna Moderna la Crema Corpo Dolcemiele Eco-Bio con Olio di Mandorle Dolci e Miele di Specchiasol, un prodotto rigorosamente ecobio che, oltre al miele e all’olio di mandorle dolci, contiene estratto di malva, dalle proprietà emollienti, lenitive e addolcenti, ed estratto di albicocca, dall’azione idratante e ammorbidente.Con le formule ultra delicate dello Scrub Corpo al Sale Marino e dello Scrub Corpo allo Zucchero di Canna firmati Biopoint, poi, anche le pelli più sensibili possono prolungare la tintarella conquistata o eliminare definitivamente le chiazze rimaste. In edicola con il magazine dal 13 settembre, gli scrub Biopoint, privi di oli minerali, alcool e coloranti, hanno infatti una percentuale di nickel 10 volte più bassa della soglia allergica.Per concludere questa fantastica Beauty Experience, cosa c’è di meglio che pensare alla salute dei capelli? Per contrastare gli effetti di sole e salsedine e trattare secchezza, opacità, fragilità delle fibre ed un colore scialbo, sbiadito e senza personalità, prova Equilibra Argan Shampoo Protettivo, disponibile dal 20 settembre con Donna Moderna. All’azione protettiva, nutriente e rinvigorente dell’Olio di Argan e del Tè Nero, si uniscono i benefici delle Proteine del Grano, che danno corposità alla chioma, e dell’estratto di Semi di Lino che, contenendo omega3, rinforza e nutre le fibre dei capelli.




    Che fascino queste 50enni - Mar, 25 Lug 2017 20:53:00 +0200
    Bellezza
    Anche se gli anni avanzano lo charme sembra non arretrare di un passo. E a dimostrarlo è il loro continuo successo: superati gli 'anta' le celeb sono più attraenti che mai




    Serena Rossi, una bellezza naturalmente travolgente - Ven, 21 Lug 2017 08:15:00 +0200
    Bellezza
    Amatissima attrice di Un posto al sole, la prima cosa a colpire di lei sono i capelli ricci che deve tenere a bada con balsamo e maschere. Segue i consigli di un nutrizionista per stare in forma ed è un'amante dell'abbronzatura




    Carolina Crescentini: you look so glam! - Mer, 19 Lug 2017 19:39:00 +0200
    Bellezza
    Si definisce 'portatrice sana di occhiaie' e quando le consigliano di cancellarle dice 'no': quelle occhiaie per Carolina sono diventate il tratto distintivo di una carriera in continua ascesa




    Carolina di Monaco: 60 anni di stile ed eleganza - Mer, 19 Lug 2017 08:44:00 +0200
    Bellezza
    Una vita piena. Anche di colpi di scena. Tre mariti, quattro figli e quattro nipoti. Tanti amori e qualche flirt. Ma soprattutto una bellezza e una classe ineguagliabili ereditate da mamma Grace




    I segreti di bellezza di Kate Middleton - Lun, 17 Lug 2017 07:17:00 +0200
    Bellezza
    Nel Regno Unito ci sono due Kate. E non stiamo parlando della modella o della duchessa. Ma delle due facce della stessa medaglia. Quella reale naturalmente, Kate Middleton.C'è la Kate delle origini, la ragazza di Reading, quella più dinamica e sportiva, che ama vestirsi in jeans, T-shirt e scarpe basse. E poi c'è la Duchessa di Cambridge, quella più chic, con una collezione infinita di abitini bon ton al ginocchio, di ogni colore pastello o fantasia, esattamente come vuole l'etichetta.È a quest'ultima che vogliamo rubare i suoi segreti di bellezza. Eccoli!Una chioma perfettaAmanda Cook Tucker, parrucchiera di William e Harry fin da quando erano adolescenti, è responsabile delle acconciature di Kate dal suo ingresso in famiglia. Fonti vicine alla Duchessa confermano che gira per il palazzo con una grossa borsa piena di bigodini e prodotti per capelli.Kate non presenzia a nessun evento se non dopo una spruzzata di spray che assicura lucentezza alla chioma, abbondante lacca per mantenere il giusto movimento dei boccoli, e il ritocco della ricrescita. Amanda segue Kate in tutti i suoi viaggi mentre, ad occuparsi della tinta, ogni sette settimane, è Neville Tucker, il marito di Amanda.Pelle di porcellana A rivelarlo è stata la fashion stylist della Duchessa, Natasha Archer: si tratta di un rimedio low cost che tutte noi possiamo utilizzare, un composto a base di zucchero bianco in polvere, burro di cacao e Nutella. Sì, avete capito bene. Questa 'crema', utilizzata come maschera, è in grado di dare freschezza e luminosità alla pelle, togliendo l'effetto lucido.  Make up sobrioKate ama truccarsi da sola fin da adolescente (e nel tempo libero lo fa ancora) seguendo un rituale ben preciso: niente rossetto ma solo un'ottima base e uno smokey leggero nei toni del marron. Pare che oggi non possa fare a meno della polvere illuminante per il viso, che a quanto pare ha scoperto dopo la nascita di George. Mani-Pedicure nudeKate è famosa per un look semplice e raffinato che tutte le invidiano, ma sono in molti a notare la totale assenza di smalto su mani e piedi. Kate sfoggia da sempre unghie corte, leggermente squadrate, di un classico colore naturale. La responsabile delle sue mani è Marina Sandoval, che lavora in un salone di Mayfair, ma da cinque anni ha appuntamento fisso con Kate a Kensington Palace ogni martedì.Calze: il colore perfettoSotto il vestito c'è il più importante dei suoi segreti di bellezza: Kate ha sempre detto di amare molto le sue gambe e non ne fa mistero sfoggiando abiti che le fanno risaltare e non disdegnando nemmeno qualche incidente di percorso.Per essere certa che il colore delle gambe non sia troppo diverso da quello del viso truccato, la Duchessa si affida a sette varietà di calze leggermente ambrate, da abbinare al viso a seconda della stagione e del colorito (si sa, i reali non si abbronzano).Una forma fisica invidiabile Un'alimentazione sana fatta di proteine magre e tanta frutta e verdure di stagione. Tutte ricorderete che l'allora Miss Middleton, nel 2011, si era affidata alla celeberrima dieta Dukan per perdere peso e arrivare in perfetta forma il giorno del suo matrimonio (e lo stesso avevano fatto la sorella Pippa e mamma Carole). Oggi Kate dice di non seguire nessuna dieta ma di mangiare sano e fare tanta attività fisica.




    Sai leggere un INCI? 10 dritte per scegliere un prodotto - Ven, 23 Giu 2017 16:47:00 +0200
    Bellezza
    Come poter comprendere se il prodotto cosmetico, shampoo, ombretto o crema che sia, faccia al caso nostro previa consultazione della sua formulazione sull'etichetta? Leggendo il suo INCI!Cos'è l'INCI?È l'acronimo di International Nomenclature of Cosmetic Ingredients, nonché la nomenclatura utilizzata a livello internazionale per la classificazione degli ingredienti di un prodotto cosmetico. Ecco 10 dritte per decifrarlo, così da imparare a conoscere a fondo cosa utilizziamo sul nostro viso, corpo e capelli.1. Conoscere l'ordine degli ingredientiSembra un’ovvietà, ma in realtà non tutti sanno che gli ingredienti dei prodotti sono indicati in ordine di quantità presente nel prodotto. Molto spesso, per esempio, il primo ingrediente è l’acqua, in quanto quasi tutti i prodotti ne sono a base. I componenti presenti in quantità minore dell’1%, però, possono essere inseriti in ordine sparso.2. Consultare i siti e le app appositeSe non sei un’esperta di cosmetologia, il primo valido consiglio è quello di scaricare sul tuo smartphone delle applicazioni create per “indagare” in merito alla formulazione di un prodotto. "Biotiful", per esempio, ti consente di scannerizzare direttamente il codice a barre del cosmetico di tuo interesse, valutandone l’INCI con un voto da 1 a 5. Prova anche la app "È verde?". Un altro sito molto interessante risulta essere saicosatispalmi.com in quanto dispone di un forum molto frequentato per una consulenza all’acquisto.3. Verificare le certificazioni dei prodottiSe sei un’appassionata di prodotti naturali e bio, accertati che abbiano quantomeno una certificazione (per esempio ICEA o ECOCERT) e che la formulazione del prodotto abbia una buona percentuale di ingredienti naturali, non sintetici. Bene anche che il prodotto sia approvato dalla Vegan Society, nel caso fossi interessata alla causa.4. Conoscere le nomenclatureÈ bene informarsi sulle classificazioni e nomenclature per non lasciarsi abbindolare dalle descrizioni pubblicitarie dei prodotti. Per esempio, quando un prodotto viene considerato “Ecologico”, significa che gli ingredienti che lo compongono sono eco-sostenibili nei confronti dell’ambiente. Quando è “Biologico”, significa che la gran parte degli ingredienti è di origine vegetale e proveniente da agricoltura biologia. Questo non vuol dire che il prodotto sia 100% naturale, poiché deve essere specificato anche quest’ultima informazione.5. Attenzione a certi ingredienti, se hai la pelle allergicaHai una pelle con tendenza allergica? Non è detto che un prodotto dall’INCI quasi totalmente verde faccia per te. Se negli ingredienti leggi “parfum” o "fragrance", per esempio, prova ad evitare quel prodotto in quanto il profumo è un noto allergene. Inoltre, non è certo che un prodotto 100% di origine naturale non possa risvegliare delle allergie, nel caso la pelle non tollerasse il contatto con una specifica pianta o famiglia di essa. È bene identificarla nell'etichetta ed evitare tutti i prodotti che contengono tale l'ingrediente.6. Prediligere certi ingredienti rispetto ad altriQuando ti sarai esercitata e informata sempre più, inizierai a capire che alcuni ingredienti sono da prediligere rispetto a altri. Per esempio il talco ostruisce i pori, ma viene spesso utilizzato soprattutto per i fondotinta o le ciprie in quanto è un ingrediente piuttosto economico. Meglio invece preferire il mica, un minerale illuminante e setificante oppure l’amido di mais o la polvere di riso.7. Occhio ai nomi degli ingredientiAltra dritta interessante e facile da memorizzare: quando gli elementi vengono indicati con il loro nome botanico originario in latino, vuol dire che non hanno subito processi chimici, ma sono stati inseriti tali e quali; mentre le sostanze sintetiche sono segnalate con il nome in inglese. I nomi in latino possono talvolta essere seguiti dalla specificazione in inglese della parte utilizzata della pianta in questione (ad es. root, leaf, ecc).8. Come identificare i coloriI colori sono identificati con la sigla CI (color index), seguita da un numero a 5 cifre che ne indica la tonalità prescelta.9. Evitare ogni forma di estremismoSaper leggere l’etichetta per la scelta di un prodotto non vuol dire dover per forza dedicarsi ai cosmetici con INCI il più verde possibile. Si tratta di fare una scelta: alcuni ingredienti sintetici sono molto utili per ottenere un effetto immediato. Il silicone, per esempio, rende un fondotinta decisamente più setoso e facilmente sfumabile rispetto ad un prodotto naturale. Sicuramente un utilizzo professionale di esso è più frequente per ovvie ragioni e non è indubbiamente da demonizzare.10. Consultare un biodizionarioSi chiama proprio così: Biodizionario.it, un valido aiuto sempre a portata di mano che raccoglie oltre 5000 sostanze di largo utilizzo, classificandole con dei pallini a seconda della pericolosità.




    Un’estate da godersi in pieno relax con Donna Moderna - Mar, 13 Giu 2017 11:00:00 +0200
    Bellezza
    Cosa serve per una vacanza al mare? Un buon solare, una borsa capiente ed elegante, ed una pochette resistente e maneggevole. A tutto questo pensa Donna Moderna, tu porta solo la voglia di rilassarti!Per le lettrici di Donna Moderna una mini collezione che propone una coppia di solari della linea Ibisco e Argan di Bottega Verde, una shopper mare estremamente chic e una pochette coordinata.- Dal 28 giugno, in edicola con il magazine, la coppia di Solari a marchio Bottega Verde composta dalla crema solare Abbronza e Sublima con Olio di Ibisco e Olio di Argan SPF 20 e dalla crema doposole Idrata e Sublima con Olio di Ibisco e di Argan, prolungatrice dell’abbronzatura.La formula leggera e di facile stesura della crema solare, resiste all'acqua e lascia sulla pelle una fresca fragranza d'estate. Un mix di oli vegetali, tra cui olio di Ibisco e di Argan, regala nutrimento e benessere. La pelle perfettamente nutrita e protetta ne guadagna in splendore e luminosità.Il doposole è invece una piacevolissima crema formulata proprio per soddisfare tutte le esigenze della pelle dopo una giornata sotto i raggi del sole. Utilizzata ogni giorno regala nutrimento e morbidezza alla pelle, aiutando a prolungare l'abbronzatura.- Dal 5 luglio è disponibile l’accessorio perfetto per l’estate: la maxi bag realizzata in una trama a zigzag in due varianti di colori di tendenza: arancio e beige o bianco e nero. Capiente e comoda, ha i doppi manici color cuoio e fodera interna.- Dal 12 luglio, infine, in vendita con Donna Moderna, la pochette coordinata alla borsa mare che, grazie alla comoda tracollina da polso, diventa una clutch da sera per avere a portata di mano l’indispensabile in ogni occasione. Disponibile in due versioni colore, beige e arancio e bianco e nero, ha tracollina da polso color cuoio e fodera interna.Il set è acquistabile anche su mondadoriperte.it.








Follow us on: facebook twitter linkedin youtube |
|
Join now | Login | Terms and conditions | Privacy | Guidelines | FAQ | News | Language:
Copyright © Hantropos 2011 -2018